Home / Ricerca / Incontro “The pregnancy meeting”- risultati delle ultime ricerche

Incontro “The pregnancy meeting”- risultati delle ultime ricerche

A Las Vegas per la “Society for the Maternal-Fetal Medicine’s 37th Annual Pregnancy Meeting” – a cui hanno partecipato oltre 2.700 specialisti ad alto rischio – abbiamo imparato di più sullo stato della ricerca sulla pre-eclampsia.

Sono stati presentati i risultati di uno studio clinico altamente atteso che avrebbe permesso alle donne con preeclampsia di estendere le loro gravidanze in modo sicuro. Purtroppo, i risultati dello studio sono stati negativi, sgonfiando molti nella comunità che erano ottimisti che l’uso di un antitrombina ricombinante sulle donne incinte con preeclampsia potrebbe ritardare il parto, aumentando così l’età gestazionale di quei bambini. I risultati di questo studio hanno dimostrato che l’ intervento non è stato migliore del placebo nei pazienti preeclampsia pretermine.

Il Dr. Michael Paidas, professore e medico dell’ Università di Yale, membro del Medical Advisory Board della Fondazione e ricercatore principale dello studio, ha detto:“Mentre il processo è stato negativo, abbiamo imparato molto sulla preeclampsia. In primo luogo, per quanto buoni siano i risultati preliminari di piccoli studi, questo studio sottolinea la necessità di condurre studi clinici più ampi e rigorosi, per dimostrare se una terapia promettente funziona. In secondo luogo, abbiamo anche imparato che la diagnosi di preeclampsia potrebbe essere difficile. La preeclampsia non è solo una malattia. Si manifesta in modi diversi. A questo proposito, spero che i biomarcatori possano veramente aiutare a identificare le donne che sono ad alto rischio per richiedere il parto o che non possono trarre beneficio dal rinvio del parto quando la preeclampsia viene diagnosticata lontano dal termine. In terzo luogo, abbiamo imparato che potevamo portare a termine con successo un ampio studio clinico in un gruppo di donne ad alto rischio. Sono molto grato ai pazienti con preeclampsia che hanno partecipato allo studio. Senza la partecipazione del paziente, non saremmo in grado di trovare una cura o il trattamento migliore “.

Durante una cena privata per il consiglio di amministrazione e i consulenti della Fondazione, Paidas ha ribadito la necessità di marcatori biochimici che aiutino a determinare quali donne saranno aiutate da terapie specifiche. I risultati di questo studio sottolineano la perplessità che molti studi di ricerca per lo screening e i test diagnostici, così come gli interventi terapeutici, hanno suscitato risultati migliori, grazie all’esame di sottogruppi di pazienti affetti. “La preeclampsia è una malattia misteriosa. Dobbiamo capire quali pazienti trarranno beneficio dalle strategie di prevenzione e trattamento “, ha detto Paidas.

Titoli di ricerca della riunione

In occasione degli incontri scientifici, la ricerca, come quella che segue, viene presentata come un modo per farla mettere in discussione e affinare dai colleghi prima di superare l’ancora più impegnativo ostacolo della pubblicazione in una rivista medica di revisione paritaria.

Miglioramento dei risultati della gravidanza e risparmi sui costi suggeriti dal nuovo modello di assistenza globale in una popolazione a basso reddito.

Lo studio si proponeva di valutare l’ impatto di un modello di una casa medica di gravidanza sull’utilizzo dei servizi di emergenza e delle giornate ospedaliere in una popolazione a basso reddito di Houston. I ricercatori hanno confrontato questo modello di cura che includeva servizi sanitari completi in un’unica struttura con le cure ostetriche tradizionali e hanno scoperto che le donne, così come i loro neonati, che ricevevano cure mediche a domicilio erano significativamente meno propensi a utilizzare il reparto di emergenza e anche trascorrevano significativamente meno giorni in ospedale.

Perché questo è importante: in un’era di costi medici strabilianti e di esame dei modi per risparmiare denaro e migliorare la salute dei cittadini americani, trovare nuovi modi per fornire un’assistenza prenatale efficace che si traduca in risultati migliori per la mamma e il bambino è necessario dalla ricerca sui servizi sanitari. Questi risultati offrono un modello apparentemente di successo che può funzionare in ambienti a basso reddito.

Associazione tra giorno e mese di parto e mortalità materno-fetale: effetto week-end e fenomeno di luglio nell’attuale pratica ostetrica

Decine di migliaia di nascite negli Stati Uniti, con esiti diversi, tra il 2003 e il 2013 sono state analizzate per giorno e mese di parto. I risultati hanno dimostrato un aumento drammatico del tasso di mortalità materna negli Stati Uniti nei fine settimana, nonostante l’ aumento delle presenze e dei decessi nei giorni feriali. Un fenomeno simile è stato osservato anche per le nati morti, anche se questa associazione può essere stata influenzata da un ritardo tra la morte e il parto. Nessun “fenomeno di luglio” – cioè un potenziale aumento degli errori medici durante il mese in cui le scuole mediche statunitensi rilasciano i loro laureati nelle loro residenze di primo anno – è stato trovato per mortalità materna o fetale.

Perché questo è importante: questi dati suggeriscono che il sistema statunitense di cure ostetriche svolge un ruolo significativo nelle disparità tra gli esiti materno-fetali noti tra gli Stati Uniti e altri paesi ad alto reddito. Protocolli, liste di controllo e pacchetti dovrebbero tenerne conto per quanto riguarda il riscontro.

Limitare l’aumento di peso durante la gravidanza in donne sovrappeso e obese non ha diminuito le complicanze della gravidanza

In questo studio clinico randomizzato – MOMFIT – l’ intervento di dieta e stile di vita adattato dal punto di vista comportamentale, denso di nutrienti e bilanciato dal punto di vista energetico ha portato ad una migliore aderenza alle linee guida dell’Istituto di Medicina per l’aumento di peso durante la gravidanza, ma non sono stati osservati miglioramenti nei risultati della gravidanza. In particolare, il MOMFIT non ha comportato un minor numero di diagnosi di diabete gestazionale, preeclampsia o ipertensione gestazionale, o peso alla nascita >4 kg. Nel gruppo d’ intervento è stato osservato un tasso più elevato di parto cesareo.

Perché questo è importante: Anche se lo studio è relativamente piccolo, suggerisce che cercare di mettersi in forma e in buona salute una volta che sei incinta può essere troppo tardi per ridurre il rischio di risultati di gravidanza poveri come preeclampsia o ipertensione gestazionale. E’ più importante andare in quella gravidanza ad un peso sano con uno stile di vita sano già stabilito, come dimostrato da numerosi altri studi.

Rischio di mortalità a lungo termine e aspettativa di vita in seguito a una ricorrente malattia ipertensiva di gravidanza

I ricercatori hanno trovato che le donne che hanno due o più gravidanze complicate da malattia ipertensiva della gravidanza hanno un rischio più elevato di mortalità precoce da diabete, cardiopatia ischemica e ictus rispetto alle donne che hanno solo una gravidanza colpita.

Perché questo è importante: non si tratta di informazioni nuove, ma è probabilmente il più grande studio statunitense che ha trovato questa correlazione tra una storia di preeclampsia, in particolare eventi ripetuti, e malattie cardiovascolari.

Impatto delle linee guida che raccomandano l’ aspirina per la prevenzione preeclampsia

I ricercatori di un importante ospedale di parto a Houston hanno esaminato oltre 17.000 parti durante il periodo di studio per vedere se i tassi di pre-eclampsia ricorrenti sono scesi dopo l’attuazione delle linee guida USPSTF per fornire l’ aspirina a basso dosaggio a tutte le donne in gravidanza ad alto rischio per lo sviluppo di preeclampsia. Le donne con una storia di preeclampsia sono state la coorte di interessi a causa del più alto rischio di recidiva. 441 donne sono state identificate come ad alto rischio di preeclampsia sulla base di una storia di preeclampsia. La preeclampsia ricorrente si è verificata nel 33% delle donne con una storia di preeclampsia prima rispetto al 17% delle donne dopo. Si tratta di una riduzione del 50% dei tassi di frequenza delle preeclampsia ricorrenti.

Perché questo è importante: Numerose linee guida ora raccomandano l’ aspirina a bassa dose per tutte le donne ad alto rischio di sviluppare preeclampsia come mezzo per prevenire o almeno ridurre la gravità della preeclampsia. Le donne ad alto rischio di sviluppare preeclampsia dovrebbero portare queste prove presso i loro fornitori di assistenza sanitaria per discutere se questo intervento è giusto per loro.

Il trattamento standardizzato precoce di elevazioni della pressione arteriosa critica è associato ad una riduzione dell’eclampsia

Sono state proposte linee guida statali e nazionali per aumentare l’efficienza del trattamento dei pazienti con pressione arteriosa criticamente alta con farmaci antiipertensivi, infusi di solfato di magnesio e per fornire tempestivamente un follow-up post-partum. Lo scopo di questo studio era quello di determinare se i miglioramenti apportati a tali obiettivi avrebbero comportato una riduzione del tasso di eclampsia. Nel 2015 e nel 2016 sono stati raccolti dati da 23 ospedali. Questo studio ha avuto tre risultati importanti: 1) la conformità con le linee guida del trattamento nazionale è bassa senza monitoraggio; 2) alti livelli di conformità possono essere raggiunti in un periodo di tempo relativamente breve con il monitoraggio; 3) l’intervento precoce con i farmaci per la pressione sanguigna e il solfato di magnesio per pressione sanguigna critica sostenuta si traduce in una riduzione significativa del tasso di eclampsia.

Perché questo è importante: in tutti gli Stati Uniti vengono sviluppate e utilizzate linee guida e protocolli per migliorare la diagnosi e la gestione della preeclampsia, con risultati migliori. Evidenze come questo studio dovrebbero stimolare l’ impegno di tutti gli ospedali a misurare e attuare queste migliori pratiche.

Enoxaparina per la prevenzione della preeclampsia e della restrizione alla crescita intrauterina nelle donne con una storia precedente: uno studio randomizzato controllato multicentrico internazionale a marchio aperto

L’obiettivo di questo studio era quello di determinare se l’enoxaparina quotidiana iniziata nel primo trimestre avrebbe migliorato i risultati. Più spesso noto con il suo marchio Lovenox (ma anche altri marchi), l’ enoxaparina è stato valutata in 156 pazienti in cinque sedi in tre paesi e non ha trovato per ridurre la preeclampsia o restrizione della crescita intrauterina in donne con una storia precedente di preeclampsia. L’intervento comprendeva anche una prescrizione giornaliera di aspirina e calcio a bassa dose.

Perché questo è importante: Anche se gli studi sugli animali non hanno dimostrato che l’enoxaparina abbia alcun rischio per il feto, non ci sono stati studi validi che ne dimostrino l’ utilità per le donne incinte. Detto questo, alcuni medici ritengono che sia un aiuto benefico per le donne con trombofilia (disturbi della coagulazione).

Riportare la “M” nella medicina materno-fetale

Il primo giorno del Pregnancy Meeting™, Riportare la “M” (M) in Medicina materno-fetale, un’iniziativa per migliorare l’attenzione sul lato della salute materna dell’equazione gravidanza, ha tenuto la sua revisione quinquennale, guardando retrospettivamente a ciò che è stato realizzato dal lancio dell’iniziativa nel 2012. Eleni Tsigas, direttore esecutivo della Fondazione, è stato invitato a fornire un aggiornamento sull’attività legislativa che la Fondazione sta guidando e sarà introdotta nel 115° Congresso tra qualche settimana. Il Dr. Haywood Brown, presidente eletto dell’ American College of Obstetricians and Gynecologists, ha applaudito lo sforzo e incoraggiato il pubblico a sostenere la futura legislazione, affermando che questo è stato un seguito molto necessario negli anni da quando la legislazione sulla maternità sicura è stata introdotta nel 2002.

Continuiamo a stupirci che gli studi sugli animali hanno una lunga strada avanti prima di poter riportare qualcosa di veramente “promettente” (si vedano le notizie sopra sullo studio clinico umano PRESERVE-1 che ha fatto arrivare fino al traguardo e poi fallito). Nel caso specifico, negli ultimi due settimane sono state pubblicate non meno di una dozzina di notizie su come la medicina delle pirosi guarirà i preeclampsia. Questi sono stati tutti guidati da alcuni primi studi scientifici di base condotti sui topi. Si tratta di una segnalazione irresponsabile, o perlomeno di una cattiva redazione dei titoli. Siamo ovviamente incoraggiati a vedere in corso la ricerca creativa preeclampsia.

Infine, la Fondazione ha annunciato il suo invito a presentare candidature per Vision Grant in occasione di due simposi di ricerca preeclampsia-specifici tenuti in occasione della riunione sulla gravidanza. I ricercatori all’inizio della carriera sono incoraggiati a presentare le loro nuove proposte per essere rivisti in modo competitivo e raccomandati per uno dei tre Vision Grants. Il finanziamento è destinato a sostenere piccoli studi pilota per nuove idee. Le applicazioni e maggiori informazioni sono disponibili online. Questo programma di successo continua ad essere una delle iniziative di ricerca più catalitiche che i donatori della Fondazione stanno guidando.

Ti consigliamo di leggere:


OffertaPiù venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1
Il linguaggio segreto dei neonati
710 Recensioni
Il linguaggio segreto dei neonati
  • Tracy Hogg, Melinda Blau
  • Mondadori
  • Copertina flessibile: 312 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2Più venduti - Posizione n. 2Più venduti - Posizione n. 2
Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni
138 Recensioni
Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni
  • Jessica Alexander, Iben Sandhal
  • Newton Compton
  • Copertina rigida: 215 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3Più venduti - Posizione n. 3Più venduti - Posizione n. 3
Io mi svezzo da solo! Dialoghi sullo svezzamento
331 Recensioni
Io mi svezzo da solo! Dialoghi sullo svezzamento
  • Lucio Piermarini
  • Bonomi
  • Copertina flessibile: 160 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 4Più venduti - Posizione n. 4Più venduti - Posizione n. 4
Più venduti - Posizione n. 5Più venduti - Posizione n. 5Più venduti - Posizione n. 5
Autosvezzamento per tutti: Cos'è e perché è davvero per tutti. Con oltre 140 ricette FACILI e veloci suggerite e testate dai genitori per i genitori
128 Recensioni
Autosvezzamento per tutti: Cos'è e perché è davvero per tutti. Con oltre 140 ricette FACILI e veloci suggerite e testate dai genitori per i genitori
  • Andrea Re
  • CreateSpace Independent Publishing Platform
  • Edizione n. 1.0.0 (06/19/2016)
  • Copertina flessibile: 268 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 6Più venduti - Posizione n. 6Più venduti - Posizione n. 6
Il cervello del bambino spiegato ai genitori. Per far crescere i nostri figli nel modo migliore
15 Recensioni
OffertaPiù venduti - Posizione n. 7Più venduti - Posizione n. 7Più venduti - Posizione n. 7
Disperata & felice. Diario segreto di una mamma
129 Recensioni
Disperata & felice. Diario segreto di una mamma
  • Julia Elle
  • Mondadori
  • Copertina rigida: 206 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 8Più venduti - Posizione n. 8Più venduti - Posizione n. 8
Emozioni per 9 mesi d'attesa. Diario di una gravidanza
54 Recensioni
Emozioni per 9 mesi d'attesa. Diario di una gravidanza
  • Giulia Pianigiani
  • Edizioni del Baldo
  • Copertina rigida: 128 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 9Più venduti - Posizione n. 9Più venduti - Posizione n. 9
Il primo album del mio bambino
23 Recensioni
Il primo album del mio bambino
  • Gribaudo
  • Copertina rigida: 96 pagine
OffertaPiù venduti - Posizione n. 10Più venduti - Posizione n. 10Più venduti - Posizione n. 10
Il diario del mio bebé
117 Recensioni
Il diario del mio bebé
  • Mesdemoiselles
  • L'Ippocampo
  • Copertina flessibile: 72 pagine
La maggior parte dei contenuti di questo sito sono stati tradotti dal sito ufficiale della Preeclampsia Foundation, una comunità di pazienti ed esperti, con una vasta gamma di risorse e supporto per aiutarvi ad avere la migliore gravidanza possibile. Forniamo un sostegno alle persone le cui vite sono state o saranno colpite dalla malattia: madri, bambini, padri e le loro famiglie. Le informazioni su questo sito non sostituiscono il parere di un medico.

About Redazione

Le redazione di PreEclampsia.it si impegna ad offrire informazioni utili e aggiornate sulla preeclampsia (gestosi) in gravidanza e sulle patologie affini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *