Home / La Preeclampsia / Preeclampsia severa: come si valutano le condizioni materne e fetali?

Preeclampsia severa: come si valutano le condizioni materne e fetali?

Come si valutano le condizioni materne e fetali della preeclampsia severa? Al momento dell’ospedalizzazione sono necessarie la conferma diagnostica e la definizione della gravità della condizione clinica materna mediante:

Esame obiettivo:

  • Frequenti misurazioni della pressione arteriosa anche, se possibile, con dispositivi automatici di monitoraggio pressorio
  • rilevamento di sintomi quali disturbi visivi (scotomi, visione offuscata, cecità mono- o bilaterale transitoria), alterazioni neurologiche (cefalea intensa e persistente, iperreflessia a clono, segni di lato, parestesie, confusione mentale e disorientamento spazio-temporale), edema polmonare, cianosi, epigastralgia e/o dolore all’ipocondrio destro
  • controllo della diuresi e, se indicato (ad esempio in caso di oliguria), del bilancio idrico.

Esami di laboratorio:

  • valutazione della proteinuria su campione estemporaneo. Deve essere programmata l’esecuzione della proteinuria/24 ore
  • emocromo con conta piastrinica
  • PT, PTT, fibrinogeno
  • LDH, bilirubina
  • AST, ALT
  • creatinina

Durante il periodo di osservazione e definizione diagnostica (da compiere possibilmente entro 2 ore) deve essere preso e mantenuto un accesso venoso periferico con otturatore.

La valutazione delle condizioni fetali deve essere eseguita tempestivamente mediante:

  • auscultazione BCF
  • CTG computerizzato in epoca gestazionale > 24 settimane (fino a 32 settimane o in caso di iposviluppo fetale noto)
  • controllo ecografico della biometria fetale, della quantità di liquido amniotico ed eventuale Doppler velocimetria feto-placentare (se indicata).

About Redazione

Le redazione di PreEclampsia.it si impegna ad offrire informazioni utili e aggiornate sulla preeclampsia (gestosi) in gravidanza e sulle patologie affini.

Potrebbe interessarti

Malattie cardiovascolari, infarto e preeclampsia

Allarme salute: La preeclampsia può essere associata alle malattie cardiache e l’infarto più avanti nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *