E’ possibile una prevenzione della preeclampsia?

Attuare una prevenzione nei confronti della preeclampsia significa innanzitutto identificare la popolazione di gravide a rischio per tale patologia; in presenza di possibili fattori di rischio, infatti, le donne possono essere destinate a una sorveglianza prenatale intensiva e ad interventi di tipo profilattico (prevenzione secondaria). Ti consigliamo di leggere: OffertaPiù …

Leggi tutto »

LA PREECLAMPSIA – Quali sono i criteri diagnostici?

Quali sono i criteri diagnostici della preeclampsia? pressione arteriosa ≥140/90 mmHg in due misurazioni successive ad almeno 6 ore di distanza e proteinuria significativa ( ≥0.3 g/24 ore, o rapporto proteine:creatinina urinarie ≥30 mg/mmol) Ti consigliamo di leggere: OffertaPiù venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1 670 Recensioni Il …

Leggi tutto »

IPERTENSIONE GESTAZIONALE LIEVE – Diagnosi e management

Quali sono i criteri diagnostici? Quali altre forme occorre escludere?  Si parla di ipertensione gestazionale in presenza di valori di pressione arteriosa sistolica ≥140 mmHg e/o di pressione diastolica ≥90 mmHg, in almeno due misurazioni consecutive, a distanza di almeno 6 ore l’una dall’altra, dopo la 20a settimana di gravidanza, in …

Leggi tutto »

Preeclampsia grave: come deve essere stabilito il timing del parto?

Come deve essere stabilito il timing del parto? Le terapie mediche della preeclampsia grave hanno l’obiettivo di stabilizzare la paziente prima dell’espletamento del parto e di prevenire l’insorgenza di complicanze soprattutto materne nei casi in cui sia previsto un comportamento di attesa. Ti consigliamo di leggere: OffertaPiù venduti - Posizione n. …

Leggi tutto »

Preeclampsia severa: è indicato il trattamento antiipertensivo?

E’ indicato il trattamento antiipertensivo in caso di preeclampsia severa?  Il controllo della pressione arteriosa nei casi di preeclampsia grave è utile per prevenire complicanze acute materne soprattutto di tipo cerebrovascolare e cardiovascolare; non è certo invece che il trattamento antiipertensivo possa migliorare la perfusione utero-placentare e ridurre il rischio …

Leggi tutto »